Studio Legale Vannicelli Cinquemani & Associati

Home » News » Riforma competenze Giudici di Pace.
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Riforma competenze Giudici di Pace.

Approvato il via definitiva il decreto legislativo che sancisce la riforma della magistratura onoraria.
Il provvedimento attuativo della Legge 29 aprile 2016 n.57 introduce una serie di sostanziali novità inerenti dal un lato all'istituzione di uno Statuto unico della Magistratura onoraria, nel quale sarebbero ricompresi sia i Giudici di Pace che quelli onorari, dall'altro una ridefinizione sostanziale delle competenze spettanti al Giudice di Pace.
La riforma prevede di delegare alla competenza del Giudice di Pace anche la pronuncia di provvedimenti che definiscono i seguenti procedimenti:
- Procedimenti in materia di previdenza e assistenza obbligatoria;
- Procedimenti di impugnazione o opposizione avverso i provvedimenti amministrativi;
- Procedimenti di volontaria giurisdizione (esclusi quelli in materia di famiglia) inclusi gli affari di competenza del giudice tutelare;
- Cause relative di beni mobili di valore non superiore a 50.000 euro, nonchè relativo al pagamento a qualsiasi titolo di somme di denaro non eccedenti il medesimo valore;
- Cause di risarcimento del danno prodotto dalla circolazione di veicoli e natanti, quando il valore della controversia dei 100.000 euro.
- Procedimento di espropriazione verso terzi, quando il valore del credito non superi i 50.000 euro.
Inoltre a partire dal 2021,sarà ampliata ulteriormente la competenza per materia del Giudice di Pace, il quale si occuperà di procedimenti civili di minore complessità ad oggi competenza dei Tribunali Ordinari

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove siamo