Studio Legale Vannicelli Cinquemani & Associati

Home » News » Usucapione Aree Condominiali
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Usucapione Aree Condominiali

Con le sentenza n. 10858/2014 e n.28220/2016 la Suprema Corte di Cassazione ha chiarito in via definitiva i presupposti su cui si fonda l'usucapione del parcheggio condominiale, nonchè la fattispecie dell'usucapione delle altrui aree destinate al parcheggio. Affinchè scatti il diritto non è necessario il solo possesso in via continuativa del bene per 20 anni, così come contemplato dal codice, ma anche l'utilizzo dello stesso con carattere di esclusività. L'esclusività si realizza attraverso una serie di condotte lecite, (es. recinzione dell'area con paletti o catena con lucchetto), tali da impedire ad altri l'utilizzo del bene. Secondo la Corte solo questa tipologia di comportamenti risulterebbe pertanto rilevante, al fine di escludere terzi dall'utilizzo dell'area destinata al parcheggio e non anche la semplice sosta per un determinato periodo di tempo sempre nello stesso luogo, dove non esistono opere permanenti e stabili.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove siamo